Coliche

Il termine colica deriva dal greco κωλική, e significa in contatto con il colon. 
Le coliche sono al secondo posto nella lista delle disfunzioni gastrointestinali più frequenti tra i neonati, subito dietro al reflusso gastroesofageo.
Sempre più genitori si rivolgono all’osteopatia per disturbi che insorgono già nei primi giorni di vita dei loro bambini.

Circa il 10% dei neonati soffrono di coliche che li portano a piangere in modo smisurato, ciò provoca sicuramente uno stress sia al neonato e sia ai genitori che impotenti, si ritrovano a perdere il sonno intenti a dare conforto e aiuto ai loro piccoli.

Capiamo meglio cosa sono le coliche neonatali:

La coliche gassose non sono una patologia, quindi non interferiscono con la naturale crescita del neonato.
Il dolore provocato dalla colica, avviene a causa della rapida distensione della parete intestinale dovuto al transito di bolle d’aria. Ciò determina nel neonato:

  • agitazione
  • chiusura delle mani a pugni stretti
  • arrossamento del viso
  • inarca la schiena
  • alza le gambe

Il pianto da colica, normalmente avviene più nelle ore serali ed inizia a comparire intorno alla settima – ottava settimana di vita del bambino e migliora con la fuoriuscita d’aria e di feci.

Le cause di tale disturbo in medicina sono ancora incerte, ma attraverso degli studi, si sono avanzate diverse ipotesi:

  • presenza di gas intestinale eccessivo, dovuta ad una deglutizione eccessiva di aria durante la poppata per incoordinazione nella suzione, o troppa voracità.
  • ipermotilità intestinale,
  • fattori ormonali.
  • Iper sensibilità ai componenti della dieta (latte)

In caso di Coliche gli obiettivi del Trattamento Osteopatico sono:

  • trattare dolcemente la colonna vertebrale per stimolare le terminazioni nervose
  • trattare il cranio per da riequilibrale le tensioni 
  • liberare l’addome dalle tensioni
  • riequilibrare il sistema cranio sacrale
  • coinvolgere i genitori in questo processo, insegnando loro delle modalità di gestione del bambino durante le crisi

Consigli utili 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.